4 tiragraffi che salvano il tuo divano: come scegliere quello giusto per il tuo gatto

Il tiragraffi è un accessorio fondamentale per il nostro amico gatto. Si potrebbe credere che l’azione del graffiare non rientri tra i suoi bisogni primari, ma se pensiamo che in natura il micio ha a sua disposizione superfici adatte a farsi le unghie con grande facilità (corteccia di albero, piante, brecciolino, piani ruvidi in generale) ci rendiamo conto quanto sia importante ricreare nella casa in cui vive, almeno in parte, l’ambiente adatto alle sue necessità.

Farsi le unghie infatti per un gatto è un comportamento insopprimibile; in questo modo l’animale rinnova gli artigli che si sfaldano e li mantiene affilati; si prepara alla caccia; manda messaggi visivi e olfattivi per marcare il territorio, fa stretching e allunga la muscolatura. Del resto, se non provvediamo in questo senso, sarà il gatto stesso a scegliere tra l’arredamento di casa il mobile che più gli andrà a genio per esternare la sua natura fieramente felina; conviene perciò sia all’animale che all’umano allearsi per scegliere la tipologia di tiragraffi che sia più consona al micio e al luogo in cui vive.

Ci sono tante tipologie di tiragraffi che il mercato ci mette a disposizione; questo è un grande vantaggio perché, esattamente come noi umani, anche i gatti hanno caratteri diversi, differenti abitudini, e non è detto che quello che fa impazzire uno piaccia anche all’altro, così come non è scontato che quello che il gatto ama oggi non gli venga a noia domani. I felini sono come le donne: capricciosi, volubili, a tratti scostanti ma capaci di conquistarci con uno sguardo. Ed esattamente come le donne amano ricevere regali, e farsi viziare. Perciò ecco a voi una lista completa di accessori per la manicure e non solo.

Tiragraffi classici

Formati da una base quadrata e da una colonna di forma cilindrica, che si estende in verticale, sono generalmente ricoperti di sisal, un filato ottenuto da fibre naturali, che può essere facilmente sostituito quando si rovina. Ce ne sono di tutte le dimensioni, cosicchè si può scegliere quella più adatta al luogo dove pensiamo di mettere il tiragraffi.
Se il gatto è di grosse dimensioni è consigliabile prendere una struttura con una base più consistente, per evitare che l’animale, giocando, lo rovesci.
Sulla cima si potrà attaccare una cordicella con un topino, o una pallina, o altri giochini con cui il micio possa dilettarsi.

Tiragraffi a più piani con estensioni

Naturale evoluzione del tiragraffi classico è il tiragraffi a più piani, che vuole ricreare l’idea dell’albero in cui il gatto possa non soltanto farsi le unghie, ma anche nascondersi, appisolarsi, giocare e fare capriole e giravolte.
L’altezza per il felino è infatti un elemento essenziale: gli dà sicurezza, fiducia e l’illusione di tenere sotto controllo la situazione; gli permette di defilarsi quando le vicende umane si fanno pesanti e gli garantisce il sacrosanto bisogno di pace e tranquillità.
Se i gatti sono due o più di due, questo modello più elaborato è estremamente consigliato perché permette ai coinquilini di condividere lo spazio senza sentirsene privati, dà loro modo di relazionarsi e di scegliere di volta in volta se sostare al piano terra, se farsi un giretto ai piani alti, se supervisionare dall’alto le mosse del compagno o semplicemente starsene appollaiato nelle cucce disponibili (di solito una o due nei modelli più semplici) per schiacciare un pisolino.
Anche qui sarà possibile inserire giochini di varia natura per dilettare l’amico a quattro zampe e, perché no, anche per l’umano che voglia prendersi una pausa dalle attività quotidiane e dedicarsi a un momento di relax in compagnia del suo pet.

Tiragraffi ad onda

Questo modello, consigliato come seconda scelta dopo il tiragraffi classico, può essere funzionale soprattutto per gli spazi ampi e anche per quelli che presentano dei ‘buchi’ nell’arredamento che saranno piacevolmente riempiti da questi graziosi motivi.
La superficie, piuttosto ampia, permette al micio di stare comodamente sdraiato e di farsi la toilette con ogni agio. La forma ondulatoria ben si adatta alle mosse tipiche dell’animale e ne favorisce il movimento.

Tiragraffi di design di cartone ondulato

Questa categoria di tiragraffi è sicuramente destinata a chi possiede, del mondo felino, anche quel particolare gusto per l’estetica e per la bellezza che contraddistingue ognuna delle tigri in miniatura che ci hanno scelto come compagni di vita.
Si tratta di oggetti veramente deliziosi e capaci di rendere unico l’ambiente che li ospita.

Il materiale con cui sono costruiti è una specie particolare di cartone ondulato, che ha molteplici vantaggi: innanzitutto viene incredibilmente apprezzato dai gatti, come è facilmente comprensibile dalle reazioni che ogni micio ha alla vista di qualsiasi scatola in cartone: sfido qualunque felino a non precipitarsi dentro non appena essa sia stata liberata del contenuto!

In secondo luogo questo modello, che può essere scelto di forma diversa a seconda delle esigenze (si tratta di disegni molto armoniosi e aggraziati), può avere il duplice scopo di tiragraffi per il nostro gatto e arredamento per la nostra casa. Si può sistemare sopra mobili, cassettiere, accanto al divano, sotto la scala; se ne possono prendere modelli diversi che si richiamano l’uno con l’altro, in un gioco di rimandi caleidoscopico ed elegante; si può spostare di volta in volta a seconda della nostra fantasia e delle variazioni del posto preferito dalla nostra raffinatissima Duchessa.

Può essere ondulatorio, inclinato, trasversale o può persino richiamare un motivo che abbiamo dato al nostro salotto. Inoltre la caratteristica principale del cartone ondulato, un materiale garantito riciclato, ecosostenibile e rispettoso dell’ambiente, è proprio la sua solidità, resistenza e durevolezza.

Se amiamo il nostro gatto e abbiamo imparato a conoscerne il carattere nelle sue sfaccettature, saremo anche in grado di capire quale è il modello di tiragraffi col quale possa sentirsi più a suo agio, quello che sia in grado di rendere l’ambiente confortevole e adatto alle sue esigenze.

E se, da bravo micio degno del suo nome, dopo un po’ di tempo dovesse cambiare idea e preferirne un altro, sarà il suo modo per spronarci al cambiamento e al rinnovamento, perché ogni felino, seppur tanto abitudinario, è capace di riscuoterci dal torpore e calarci, ogni volta che ci giochiamo, in un mondo magico in cui recuperiamo la nostra parte più istintiva e più vera e ci ricordiamo che la vita è fatta di piccole cose e brevi istanti, di condivisione e semplicità.

Rispondi